L’associazione Melagrana nasce nell’ottobre del 2001, con l’obiettivo di contrastare i fenomeni di disagio, di devianza, di dipendenza e di tutte le forme di esclusione sociale e di povertà della persona. Attraverso iniziative, sia in ambito nazionale che internazionale, essa promuove la Pace.
Questi obiettivi, Melagrana li ha perseguiti, in questi anni, attraverso molte attività che hanno rafforzato quei temi che sono stati alla base della sua missione associativa.

L’impegno in difesa della Pace e dei diritti umani ha visto Melagrana presente in molte aree critiche del mondo: dal Kurdistan, alla Palestina, al Kenya; ma anche partecipare alle iniziative della Tavola della Pace ed essere, dal 2006 al 2011, membro del Comitato Regionale della Pace e i Diritti Umani della Regione Campania. Il rapporto con le scuole è stata, ed è tuttora, una costante di Melagrana: sia per attività di educazione e promozione della salute, sia per l’esercizio collettivo della Memoria. Le nuove generazioni non sono state testimoni del dramma del nazi-fascismo e della guerra che ha attraversato il mondo nel ‘900 con i suoi campi di sterminio, le atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki, gli oltre 50 milioni di morti. Il pericolo dell’oblio sarà sempre più forte, senza quest’azione educativa di alcune associazioni. Melagrana porta nelle scuole una mostra fotografica e descrittiva, Viaggio nella Memoria, su Aushwitz e Birkenau, realizza dei laboratori didattici ed editoriali sulla Memoria.

Melagrana è stata ben visibile sul territorio grazie all’attività itinerante svolta con l’ausilio di una specifica unità mobile, il Melagrana Service Bus (pienamente operativo fino al 2015, ora dismesso per sopraggiunti limiti di funzionalità) che ha animato presidi informativi: uno specifico sportello ascolto itinerante orientato alle problematiche delle dipendenze, dell’immigrazione, della marginalità.

Melagrana ha collaborato con tantissime scuole, in ambito regionale, gestendo numerosi Centri di Ascolto per studenti per facilitare i processi di crescita individuale e di gruppo. Inoltre, effettua consulenze e supervisione di progetti, per enti pubblici e/o per il privato sociale, realizza studi, ricerche, pubblicazioni, corsi di formazione e seminari sulle tematiche relative al disagio sociale, alla marginalità, all’inclusione sociale.

I temi associativi sono anche declinati in attività culturali. Melagrana, sia con le Edizioni Melagrana, la casa editrice che gestisce dal 2001, sia attraverso un calendario di seminari e di convegni a tema, ritiene che la trasmissione della cultura sia un argine fondamentale alla deriva del nostro tempo che vuole una società chiusa, con muri che escludono, con una distribuzione diseguale della ricchezza che polarizza in maniera esasperante la distanza tra i pochi ricchi del pianeta ed i troppi poveri.

            La comunicazione dei temi associativi ha trovato eco su tutti gli strumenti che Melagrana è riuscita a realizzare in questi anni, dai social media alla carta stampata. Significativa è stata l’esperienza del settimanale Impronte Sociali, periodico indipendente, oggi ripresa con una versione online grazie alla collaborazione di realtà vicine nel condividere i nostri principi e i nostri ideali. (www.improntesociali.it)

In questi anni Melagrana ha realizzato non solo iniziative o orientato il proprio intervento per promuovere i temi associativi, ma ha anche organizzato strutture di accoglienza e attività d’inserimento sociale e lavorativo per persone in difficoltà.

Nel 2005 nasce la comunità educativa per minori di tipo familiare Tetto Rosso. La comunità accoglie minori in stato di abbandono o bisognosi di cure per problemi psicologici, familiari, sociali o scolastici, segnalati dai servizi sociali o dal Tribunale per i Minorenni. Negli ultimi anni, anche minori stranieri non accompagnati, in numero crescente sul nostro territorio.
Tetto Rosso, in sintesi, persegue finalità di solidarietà sociale quali la promozione della vita umana, il benessere a cura e il sostegno dei minori e delle famiglie in difficoltà, ma anche la  prevenzione di tutte le forme di marginalità e di disagio della persona.

L’associazione Melagrana, pur mantenendo la più completa indipendenza, è sempre stata attenta alla realizzazioni di sinergie con altre agenzie, pubbliche e del privato sociale, per dare ancora più forza ed efficacia alle iniziative della mission associativa, attraverso la stipula di protocolli di intesa e/o convenzioni.

Da queste sinergie sono nate alcune importanti iniziative e progetti di cooperazione internazionale a sostegno delle popolazioni del SUD del mondo.

Melagrana nel 2011 e 2012 ha contribuito nella realizzazione a sostegno della popolazione del villaggio di Muyeye (la grande baraccopoli di Malindi in Kenya), di una scuola.

Con la cooperativa sociale Koinè impresa sociale nasce, nel 2011, la Fattoria Sociale Melagrana sul fondo agricolo a Dugenta (BN), dove è allocata la comunità alloggio per minori, Tetto Rosso, pensata quale strumento per sostenere le persone in difficoltà attraverso un recupero del rapporto con l’ambiente e la natura.
La Fattoria Sociale Melagrana è il luogo di incontro delle diversità, ma anche di formazione e di inclusione: vuole essere un riferimento aggregativo attorno ad una comunità solidale che favorisce sia l’inserimento lavorativo di soggetti in condizioni di svantaggio e/o ai margini dei percorsi di inclusione sociale, sia la riscoperta di sapori e dei processi di lavorazione e conservazione dei prodotti della filiera agroalimentare.
La Fattoria Sociale Melagrana produce olio, vino e trasforma i prodotti (conserve e confetture); struttura laboratori didattici e sociali dove sono inseriti gli ospiti della comunità Tetto Rosso, ma anche per studenti e i gruppi del territorio. Inoltre, da alcuni anni ha anche aperto un punto di ristorazione rurale (punto di degustazione dove poter assaggiare i prodotti della fattoria e del territorio): il Koinè Soul Food è un vero e proprio ristorante (anche pizzeria da un paio d’anni) a vocazione agrituristica, dove si formano molti dei ragazzi e ragazze della comunità.
Dal 2019 la Fattoria Sociale Melagrana è anche fattoria didattica, iscritta nell’apposito registro della Regione Campania, e accogli scolaresche e gruppi di bambini e bambine per realizzare assieme i laboratori sulle attività promosse dalla fattoria e dal ristorante: laboratorio delle farine, delle conserve, l’orticoltura e accadimento animali da cortile.

Altre sinergie sono state create anche sul territorio, abbracciando temi comuni e contribuendo alla crescita della cultura della Pace, dell’accoglienza e della solidarietà. Con l’associazione Agorà di Dugenta negli ultimi anni abbiamo realizzato momenti di forte integrazione, anche attraverso manifestazioni quali Ortika, sulla street art.

Per il nuovo anno, il cammino di Melagrana non è destinato a fermarsi. Infatti, è in fase di avvio delle operatività il Centro DiversAbile dedicato alle disabilità cognitive e dello spettro autistico. DiversAbile è un progetto cofinanziato da Fondazione con il Sud, realizzato in sinergia con la cooperativa sociale Koinè impresa sociale e altri partner pubblici e del privato sociale, con l’obiettivo di realizzare un centro riabilitativo ed una comunità alloggio per giovani con disabilità cognitive e dello spettro autistico da coinvolgere anche nelle attività di agricoltura sociale.

Melagrana ha attivato dal 2010 il Centro Melagrana a San Felice a Cancello (CE), quale sede per la  Formazione Professionale autorizzata dalla Regione Campania e spazio ascolto, ma anche sede delle Edizioni Melagrana che dal 2001 producono libri sia di editoria sociale, ma anche di produzione letteraria attraverso le sue collane scientifiche e di narrativa (www.edizionimelagrana.it)

Presso il Centro Melagrana dal 2019 è stata aperta una sezione dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) con l’obiettivo di tenere viva l’esercizio collettivo della Memoria e promuovere la cultura della Pace: un presidio antifascista in difesa della nostra carta costituzionale, nata dalla resistenza e dal sacrificio della lotta partigiana.

Il Centro Melagrana è anche sede del coordinamento regionale della Rete Nazionale delle Fattorie Sociali, impegnato nella promozione dell’agricoltura sociale come opportunità anche di inserimento lavorativo di persone diversamente abili, oltre che di impegnarsi nella valorizzazione di una filiera virtuosa agro-alimentare che sappia coniugare il gusto con l’etica delle lavorazioni e il buono con il concetto di salutare.

Dal marzo 2020 il Centro Melagrana in San Felice a Cancello ospita la scuola di formazione professionale: con Decreto Dirigenziale n. 214 del 10/03/2020 della Regione Campania, l’associazione Melagrana è stata accreditata quale Agenzia Formativa (codice 1555-05-07).

Sede legale
Vico I Castello n. 37
81027 – S. Felice a Cancello (Ce)

Sede amministrativa e sociale “Centro Melagrana”
Via Napoli, 227 – Loc. Ponti Rossi – 81027 – San Felice a Cancello (Ce)
Tel/Fax 0823 805540 – Cell. 347 9048165

Comunità alloggio Tetto Rosso – Fattoria sociale Melagrana – Koinè soul food
Via Terranzano 12 – 82030 – Dugenta – Cell. 340 7714928