Chi siamo?Tanti. Siamo il cuore e l’anima di questa città. Siamo la società civile, le associazioni, i movimenti, i sindacati,  cittadini italiani e stranieri che ogni giorno sono attivi sul territorio e che il 21 febbraio hanno scelto di esprimere  in maniera determinata e pacifica la ferma opposizione ad ogni forma di fascismo e di razzismo.
Perché siamo scesi in piazza?Perché abbiamo delle cose da dire ai cittadini, alle istituzioni, alla politica.
Il fascismo non è passato.  È dietro ogni forma di odio, di discriminazione,  di razzismo, di intolleranza. Si nutre della disperazione e delle ingiustizie subite dalla gente per costruire il proprio potere e vuole farci credere che siamo ognuno il nemico dell’altro. Si nutre dei troppi che hanno la memoria corta relativa agli effetti devastanti prodotti nell’Italia fascista, cresce tra l’indifferenza di chi si sente escluso.

Ma noi siamo fieri delle nostre differenze e delle nostre diversità. Ci arricchiscono giorno dopo giorno ed insieme costruiamo percorsi per conquistare i diritti che non abbiamo e difendiamo insieme quelli che stiamo perdendo. Camminiamo, costruiamo,  pratichiamo solidarietà e consapevolezza per superare indifferenza ed ignoranza. Si, la crisi ci ha devastati tutti e proprio per questo scegliamo di restare uniti e di affrontarla insieme, la guerra contro il più povero non la accettiamo! Ma a chi ci vuole dividere non cederemo il passo, mai.  Il presidio di mercoledì, che si è svolto in concomitanza con l’arrivo di Salvini a Caserta, è stato un’espressione di tutta la società civile e si è svolto esattamente come avevamo previsto, tanta energia, tanta forza, nessuno scontro, e lo ribadiamo con la stessa identica convinzione che ci ha spinto a costituirci come Comitato. Antifascista. Inoltre, contemporaneamente al presidio, una nostra delegazione ha incontrato il Sindaco e il presidente del Consiglio di Comunale, ai quali abbiamo consegnato una proposta di delibera da sottoporre al più presto al consiglio comunale, nella quale si prendono impegni concreti affinché sia concesso il suolo pubblico solo a realtà che condividono i valori antifascisti della Costituzione oltre che ad intraprendere le azioni necessarie a contrastare fascismi e razzismi, ed fare corretta informazione ai cittadini. Siamo per ora soddisfatti dell’accoglienza ricevuta, ma siamo consapevoli che da questo momento nasce un percorso che ci vedrà tutti impegnati e sul quale vigileremo costantemente.
COORDINAMENTO CASERTA ANTIFASCISTA:

ANOLF – ARCI – ARCIRAGAZZI – ANPI – ASS. CAMPO DEI FIORI – CARITAS AVERSA – CARITAS MIGRANTES CAPUA – CENTRO FERNANDES –CENTRO SOCIALE EX-CANAPIFICIO – CGIL –CIDIS – CISL – COMITATO DON PEPPE DIANA – COMITATO PER VILLA GIQUINTO – COOP. APEIRON – GENERAZIONE LIBERA – GENERAZIONE MIGRANTE –FISH – LAB. SOCIALE MILLEPIANI – LE PIAZZE DEL SAPERE – LIBERA – ASS. MELAGRANA –  NERO E NON SOLO! – RAIN ARCIGAY  –SCIRA MOVIMENTO DEGLI STUDENTI – UIL- USB

free vector